Sviluppo di sensori indossabili

Sviluppo di sensori indossabili per la realizzazione di smart textiles per applicazioni mediche, sportive e per la sicurezza del lavoro.

Sviluppo sensori indossabili

Lo scopo di questo progetto, svolto in stretta collaborazione con il Dipartimento di Fisica ed Astronomia (Unibo), è la realizzazione di sensori indossabili su substrato tessile, o supporto plastico flessibile, che possano essere facilmente integrati all’interno di oggetti di uso quotidiano, quali ad esempio indumenti, accessori per abbigliamento e per lo sport o medicazioni. Grazie allo sviluppo e la diffusione capillare di internet, l’utilizzo di sensori wearable non invasivi permette la raccolta e l’elaborazione di una grande quantità di dati fisiologici e provenienti dall’ambiente circostante, con importati ricadute in ambiti che spaziano dalle applicazioni mediche allo sport. I sensori sono realizzati su tessuti o supporti plastici flessibili resi conduttivi grazie ad un inchiostro a base di un polimero conduttore, il PEDOT:PSS, che, essendo leggero e flessibile, permette di avere caratteristiche sensoriali, al tatto, analoghe a quelle dei tessuti su cui è depositato. I sensori sono ottenuti modificando chimicamente il PEDOT:PSS in modo da renderlo sensibile in modo selettivo a specifici composti chimici o a stimoli elettrici per la fabbricazione, ad esempio, di elettrodi per ECG.

https://www.linkedin.com/posts/fulvio-vincenzo-giuliani-3a51a016_articolo-le-scienze-activity-6560055318020141056-ydRj 

Responsabili del dipartimento di Chimica industriale

Prof. Erika Scavetta, Dr. Isacco Gualandi

Personale coinvolto:

Prof. Domenica Tonelli, Dr. Federica Mariani, Dr. Ciro Polizzi

Collaborazioni:

Il progetto di ricerca è svolto in stretta collaborazione con il gruppo di ricerca della Prof.ssa Beatrice Fraboni del Dipartimento di Fisica ed Astronomia dell’Università di Bologna (https://site.unibo.it/semiconductor-physics/en/research/smart-electronic-textiles).

Finanziamenti:

L’attività di ricerca è finanziata da progetti di ricerca competitiva e contratti di collaborazione con aziende:

PON TEX-STYLE - Nuovi tessuti intelligenti e sostenibili multi-settoriali per design creativo e stile made in-Italy (120000 € per Unibo - Responsabile scientifico per Unibo Prof.ssa Beatrice Fraboni – Responsabile per il dipartimento di Chimica Industriale: Prof.ssa Erika Scavetta, Personale  coinvolto: Dr. Isacco Gualandi)

 

Poc – Proof of concept di ateneo attribuito per lo sviluppo del brevetto TRANSISTOR ELETTROCHIMICO ORGANICO A BASE DI POLIMERO CONDUTTORE E NANOPARTICELLE DI ALOGENURO DI Ag, AgX (X = Cl, I, Br) COME SENSORE CHIMICO (22500 €, Responsabile scientifico: Prof. Erika Scavetta, Personale coinvolto: Prof.ssa Beatrice Fraboni, Dr. Isacco Gualandi)

 

Contratto di ricerca con Plastod S.P.A. nell’ambito dei progetto POSFER Emilia Romagna (40000 € per unibo, Responsabili scientifici per Unibo: Prof.ssa Erika Scavetta, Prof.ssa Beatrice Fraboni, Dr. Isacco Gualandi)

 

Contratti di ricerca con ACCYOURAYE e Lets wearable solution per l’ottimizzazione di elettrodi tessili per ECG  (Finanziamento complessivo a Chim. Ind. 50000 €; Responsabili scientifici per Unibo: Prof.ssa Erika Scavetta, Dr. Isacco Gualandi; l’attività di ricerca è stata sviluppata in collaborazione con il Dipartimento di Fisica ed Astronomia dell’Università di Bologna, Prof.ssa Beatrice Fraboni, e il Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica dell’Università di Cagliari, prof.ssa Annalisa Bonfiglio)

Persone coinvolte nel progetto

Isacco Gualandi

Ricercatore a tempo determinato tipo b) (senior)

Federica Mariani

Ricercatrice a tempo determinato tipo a) (junior)

Ciro Polizzi

Cat. D - area tecnica, tecnico - scientifica ed elaborazione dati

Professore a contratto

Erika Scavetta

Professoressa ordinaria

Domenica Tonelli

Professoressa ordinaria